Vai al contenuto

Ma sicuro/a di voler andare su?

20 agosto 2009

Non so se si possa figurare quanto ci si incazza quando il wireless in un bar a 2105 m non prende. Io non lo so. So che non lo so. Non vorrei sembrare una persona impegnata ad essere impegnata. Quindi posso mostrare il mio lato tamarro; c’è una strana pressione per cui uno si dovrebbe vergognare e sentirsi decerebrato solo perché ascolta una roba così (e Gabry Ponte sono quasi sicuro che sia fascistissimo).

Comunque sia, ieri volevo dire così.

 

Funziona che entro pochi, ma pochi!, giorni dovrebbe arrivare una ragazza (no, non sempre la stessa, quella non viene più) che mi piace ogni anno. E con la quale potrò affinare tramite osservazione sperimentale la mia teoria del punto di concentrazione del desiderio.

Secondo la quale, sperso in una crisi d’astinenza (lasciamo stare come astinenza per me abbia obbligatoriamente un significato leggermente sfasato dal concreto rispetto alla più parte delle persone (come si scrive più parte? Attaccato?), finisco nelle notti di luna-quanta-è-resta-uguale a desiderare ombre di ragazze (lei, nello specifico) in controluce su verande illuminate da luci esterne. E più sono qui e più sono solo più casco dentro alla trappola. Luci che ad un certo punto si spengono, e allora si può anche andarsene. Mentre prima si è restati sperando non so cosa poi. Parliamo di distanze nell’ordine delle decine di metri, sfondi di boschi scuri e stelle e buio.

Ho detto finora qualcosa di comprensibile?

Oh, il problema resta anche il contesto mio quassù. Sai che in montagna di ragazza belle (belle? Ma come cazzo parli? Già, scusa… ), gnocche non se ne vedono quasi mai? In montagna d’estate vanno i vecchi coi nipoti, o le famiglie, qualche anno prima di divorziare (bella, cinica questa), o gruppi di persone che non ti potrebbero sembrare più eterogenei, e che ti appaiono comunque uno più fesso dell’altro ("guarda, c’è Lassie!!! Guarda, la casetta di Heidi!!!" e via dicendo stronzate così). Fatto mi sono persuaso che le ragazze gnocche vadano al mare (sìsì, per carità, belle non lo dico più U_U), o che al mare le ragazze siano più nude ergo più gnocche, il che in montagna è più difficile che succeda. Comunque, parola mia, la persona più eccitante che sta qua è una tipa sui 45 nota per le sue tette enormi, e per il fatto che di pomeriggio organizza gruppi di ginnastica hop-hop, uno-due-tre in mezzo a un prato. Che a me nemmeno piacciono le vecchie e, senza offesa (precisazione inutile, tanto ci s’offende lo stesso) di solito dico che sono vecchie a tutte coloro che abbiano oltrepassato i 22. Beh, se me lo chiedono….

Non è che giro per strada, punto il dito alle persone e gli urlo "A-ha! Vecchia!!!".

Ma che dicevo?

Ah, in sintesi prosaica che in montagna non c’è figa, detto senza conto tenere del fatto che anche se ci fosse non saprei che farmene, anzi, forse ancora starei peggio. Perché a desiderare tanto non è che si consuma la cosa desiderata, ci consumiamo noi. Comunque è ciò che mi propongo di verificare con la tipa che sta per arrivare. Questi quadrati di luce mi sono davvero letali, non ci riesco ma dovrei starne il più lontano possibile.

Non dovrei desiderare vedere delle ragazze, razionalmente dovrei augurarmi il contrario. E a tratti lo faccio. Diciamo che tratteggio.

 

Ma in questo rutilante mondo bellissimo, dove bandito è contingentemente ogni forma di sesso auto o eterodiretto, accadono cose, e assai.

Ho fatto un capolavoro per trovare un posto dove dormire a una mia amica. Ne è uscito un incastro vincente e machiavellico di posti letto e passaggi per salire, alla fine stavo in uno dei tre posti dove prende il cellulare a comunicarle che ero riuscito, ero un ganzo e mi facevo la ola da solo.
E le stelle stanno a guardare…

Perché qua, per essere a 2000 m, così tante stelle, e sole tutto insieme ad agosto non se lo ricorda nessuno. Ora pioverà magari per un mese, ma sono stato qui estati in cui se c’erano 4 giorni di sole su due mesi era tanto. Faccio abluzioni in crema solare FP 10 di pessima qualità, dell’LD: 3 eurozzi (2.99, per la precisione. Qualcuno mi batte?). Ossia, schermare non è che non schermi. Solo che a tratti è semplicemente inspalmabile :S Aleggia…

(sono le poche croci che non riescono ad infastidirmi)

La mia amica è voluta andare sulla R O I S E T T E.Il video è ridondante, e assolutamente uguale e più bello di quello scorso. Per la cronaca, vi si può vedere (ok, ammirare) il Cervino, quindi il massiccio del Rosa (perché subito di là rispetto a qua ci sta la Val d’Ayas, e apprezzate il gioco fonetico di A), poi la montagna vicina e all’ombra, che è quella dove ci si trovava un post fa. Sullo sfondo di quelle montagne blu ci stanno anche il Bianco e il Gran Paradiso, ma tanto sono lontani e mi scordo quasi sempre quali siano. Oh, nota bene, il che è positivo, perché su qualsiasi montagna si trova sempre qualcuno, di solito già non più giovane, che sarà felice, ma che dico, ESTASIATO, di poterti illuminare nominandoti una per una tutte le punte. E cosa ha fatto e cosa non ha fatto lui, e di quella volta che… ecc. Ah, infine si vede la vallata di Valtournanche, la croce in legno di cui sopra, le Grand Murailles e si ritorna punto a capo col Cervino. Faccio umilmente anche notare come girare in tondo sul cucuzzolo di una montagna non sia cosa proprio immediata.

Perché è bello dar da parlare alle persone.

 

Quest’ultima diapo, con i S I G A R I di B O B B A sullo sfondo (i sigari sono degli spunzoni di roccia qua vicino, dove ai tempi belli gli scalatori andavano ad allenarsi prima di fare il Cervino), mostra un peso. Mostra me che mostro un peso. Ora, fatto sta che quando la mia amica (che era un chiodo a scendere, se la spingevo giù facevo prima) o quelli della gita scorsa (che erano dei chiodi a salire) mi chiedono di andare su, io indossi delle simpaticissime, ehm, come dire, cavigliere con 6 di questi pesetti per gamba. Pesi che pesano (sì, pleonasmiamo, gnam!) 0.5 libbre l’uno. Per un totale esattamente di… mumble, 3 libbre per gamba, equivalenti a numero BOH chilogrammi (anzi, se qualcuno lo sapesse, che me lo son sempre chiesto…).

E la gente un po’ mi piglia per il culo. Un po’ s’incazza, perché ha l’impressione che sia io a pigliarli per il culo. Ma se quelli vanno piano e li devo aspettare, e se li aspetto nemmeno posso fingare di avere il fiatone, non è colpa mia, lo faccio solo per stare più al loro passo senza annoiarmi. Va detto anche come sia spaventoso quanto i due terzi delle persone di città, ogni età considerata, forse non arriverebbero nemmeno a metà di una camminata come questa senza morire (cosa verificata empiricamente già tot volte, abbastanza da poterlo sapere).

 

E poi il panino. Qui mangio un panino all’acqua, solo, dopo pranzo e cena. Esco e giro col panino. E non avete idea la gente quanto si diverta a vedere uno col panino. Sembra che da tutta la vita non aspettassero altro! E ancora di più si diverte se l’anno dopo, ma tu pensa, ancora dopo pranzo e cena sei sempre lì con un panino.

E come mai il panino? Ma è un fioretto? Una religione? Ma a casa ti danno da mangiare? Ma se non mangi il panino poi stai male? Perdi i superpoteri?

Uuuuuuuuuuuuuuuhhhh… eccheppalle!

A me piace il panino.

Quindi mi mangio il panino.

U_U

Voi scopate le vostre donne e viceversa, io mi mangio il panino.

Saranno quindici anni che mangio il panino, solo qui, dopo pranzo e cena. E quelli ancora si stupiscono. Come se vedessero tutte le volte qualcosa/qualcuno di così originale…

 

Giallo hollywood-tanto del ’44, del sempre b/n Otto Preminger (che come nome, suvvia, è strabenscelto. C’è la vittima, bell… GNOCCA!! Il poliziotto dai modi spicci che si accende un’altra eterna sigaretta, il bellimbusto, l’amica, il vecchio dandy, la domestica e via col giro degli indiziati. Tutti nascondono qualcosa, quella pendola in soggiorno nasconde qualcosa, la vittima da vittima diventa indiziata pure lei. Il poliziotto si chiama come me 😉 e non va tanto per il sottile. Non bisogna finire per dare ai punti di concentrazione del desiderio l’importanza delle ossessioni, si finisce con un fucile a doppia canna in mano e su di una cattiva strada.

 

Ognuno vorrebbe trovare per sè delle amicizie che sapessero cogliere l’essenziale di noi stessi. Spesso ho l’impressione che le mie non arrivino all’essenziale. Non sappiano, o abbiano paura di, porre le giuste domande. Il che, parbleu, è colpa mia, ma non riesco tuttavia a non desiderare che arrivino più a fondo e a temerlo e a deludermi se non ci riescono.

Belin, andiam bene, guardare la vita dal lato gonfio di soddisfazioni.

 

E infine ho imparato che il manometro della bombola del gas va svitato al contrario.

 

Infine: mi sono ustionato le ginocchia 😦

Costretto, ho fatto un complimento a una ragazza. Che roba strana, non mi capita mai. Da ripensarci.

E il mio doposole? 2 euro e 50 U_U

Va da sè che leggo i blog che leggo salvandomeli e offline.

C’est pourquoi, pur sentendomi molto scortese, in questo periodo avrò pochi commenti stupidi da fare.

Hasta luego.

Annunci

From → Senza categoria

5 commenti
  1. minchiets permalink

    XD XD XD

    come che vuol dire quella foto del fazzolettame… =|
    è la mia risposta alla tua commozione XD

    =D

    okkei i miei vari cambiamenti… ma la base è la base XD

    =D

  2. NocturnalSmoke permalink

    oh oh oh oh! (detto in tono tamarro)
    Non sono ancora vecchia!

  3. Keischa permalink

    si si, c’ha una pistola.
    carino vero?

  4. NataForseIeri permalink

    Quindi con i miei 23 anni, sarei VECCHIA?
    Spesso, struccata e con jeans e maglietta, mi dicono che ne dimostro tipo… 17, ma resta il fatto che ne ho 23.
    Hum… io però mica mi sento vecchia.
    Mah, nemmeno me la prendo.
    Tanto, sei tu… 🙂

    A proposito, 3 libbre sono 1,360777 chilogrammi (ho il convertitore nell’i-Phone mica lo sapevo di mio…)

  5. Lunatik permalink

    ahah! 😀
    la montagna è molto bella d’estate…più che d’inverno, azzarederei.
    🙂

    P.S.
    un indizio: ad un certo punto la temperatura ha toccato i 62 gradi ed intorno a me c’era solo sabbia!!….ah sì, e qualche dromedario. e non era un miraggio.
    😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: